Come arrivarci
Da Roma prendere l'autostrada dell'Aquila (A24) ed uscire a Carsoli da dove proseguire con la via Turanense in direzione Castel di Tora sino ad arrivare a costeggiare il lago.

La Pesca
Grazie alle diverse specie presenti, il lago offre opportunità di pesca durante tutto l'anno anche se bisogna tener presente che in estate  il posto è luogo di villeggiatura balneare e che quindi in questi mesi conviene pescare solo all'alba.
I ciprinidi, e in particolare cavedani e breme, possono essere pescati con il galleggiante impiegando canne da punta molto lunghe (oltre i 7 metri) oppure bolognesi (in questo caso, data la profondità del lago, è necessario il galleggiante scorrevole). Un’ottima alternativa è rappresentata dalla pesca all’inglese che consente di pescare con il galleggiante anche a notevole distanza dalla riva.
La carpa è tra le specie più diffuse nel lago; in particolare sono presenti esemplari di dimensioni extra, da record.  Il posto è quindi meta degli appassionati di carp fishing.
Il persico reale si aggira per il lago in branchi che si muovono cambiando sia posizione che profondità.  Può essere pescato praticando lo spinning e provando diversi tipi di piccoli artificiali tra cui cucchiaini, jig, falcetti e twister.  Questo prelibato pesce garantisce abboccate e sicuro divertimento una volta che si riesce ad intercettare il branco, cosa peraltro non semplice soprattutto per chi non è esperto del luogo.
La pesca del luccio e dell'aspio può essere effettuata a spinning, utilizzando un'imbarcazione.

I pesci
Cavedano, Carpa, Breme, Alborella, Savetta, Persico Reale, Aspio, Luccio