DOVE E' VIETATO PESCARE CON IL BIGATTINO NEL LAZIO
A PESCA CON GLI AMICI
A pesca con gli amici - Home
Le acque della Regione Lazio sono classificate in:
  • Acque Principali (quelle che per portata, vastità e condizioni, consentono l'esercizio della pesca professionale)
  • Acque Secondarie di categoria A (che comprendono quelle prevalentemente popolate da salmonidi)
  • Acque Secondarie di categoria B (le restanti)
Ai fini della pesca sportiva ci interessa sapere che nelle acque secondarie di categoria A è vietato l'uso del bigattino come esca.   E' quindi bene verificare preventivamente come è classificato il corso d'acqua o il lago in cui si intende andare a pescare.   


disclaimer
Acque secondarie di categoria “A” del Lazio

PROVINCIA DI ROMA:
fiume Aniene dai confini provinciali a ponte Lucano nel comune di Tivoli, compresi i seguenti affluenti: fiume Simbrivio; fosso Bagnatore; torrente Licenza; fosso Cona; fosso Fiumicino;fosso San Vittorino; fosso Passerano.

PROVINCIA DI VITERBO:
Fosso Stridolone in agro Comuni di Acquapendente e Proceno;  Fosso Timone dal mulino di Cellere alla Cascata di Canino;  Torrente Vionica in agro Comune di Castiglione in Teverina; Rio Fabrica in agro Comune Fabrica di Roma; Rio Paranza in agro Comune di Orte; Fosso Valdano in agro Comune di Sutri; Fosso Tinozzà in agro Comune di Capranica; Torrente Rigomero a monte dal ponte sulla strada Tuscanese e termina a valle sull’incrocio tra il torrente Biedano ed il torrente Leia (agro Comune di Vetralla); Fosso Cenciano a monte della sorgente del fosso Cenciano e termina a valle alla confluenza con il fosso Ferriere loc. Madonna del Soccorso (agro Comune di Corchiano).

PROVINCIA DI RIETI:
laghetto di Posta e tutte le acque scorrenti della provincia ad eccezione di quelle del seguente elenco:
torrente AIA; canale Vargara; fiume Farfa dallo sbarramento della centrale di Baccelli alla confluenza con il fiume Tevere; fiume Tevere ricadente nella provincia di Rieti; torrente Corese dal ponte dell’Arci a valle; i laghi naturali ed artificiali e gli stagni.

PROVINCIA DI FROSINONE:
fiume Rapido; fiume Gari; forme d’Aquino; forme S. Giorgio a Liri; fiume Aniene; torrente Fiumata; fiume Melfa dalle sorgenti fino al ponte Roccasecca sulla strada statale Casilina; Capo fiume; Capo Cosa; rio delle Monache; rio Capo d’acqua; rio Centocelle; fosso delle Mole; rio Acquacetosa; rio Ricciano dalle sorgenti al ponte Piano nel comune di Anagni; fiume Alabro dal ponte di Rocca S. Antonino al ponte della cartiera Doni nel comune di Ferentino; rio Torto; torrente Quesa; fiume Amaseno; fiume Liri dal confine della provincia (località Colle
Castagna nel comune di Sora) fino al ponte Madonna della Neve; fiume Fibreno; torrente Carpello; rio Fontechiari; torrente Mollarino; lago Posta Fibreno.

PROVINCIA DI LATINA:
fiume Amaseno, tratto compreso dal confine territoriale della provincia al ponte della provinciale Priverno-Roccasecca; canale Acque medie tratto compreso tra la confluenza con il fiume Ninfa al ponte ferrovia Roma-Formia; fiume Ninfa dalla sorgente fino alla strada provinciale per Doganella-Cori.



Privacy Policy