FIUME ANIENE PRESSO VICOVARO - MANDELA
A pesca con gli amici - Home Page
Mappa degli Itinerari
Lista degli Itinerari


Come arrivarci
Da Roma prendere l'autostrada per L'Aquila ed uscire al casello di Vicovaro Mandela prendendo a sinistra sulla via Tiburtina.  Al bivio in fondo al rettilineo prendere a destra in direzione Sambuci, attraversando un ponte sul fiume Aniene. Subito dopo il ponte, sulla sinistra prendere una strada sterrata e lasciare l'auto presso una delle piazzole segnalate.
Regolamenti
Questo tratto di fiume a partire dal 9 agosto 2013 e fino al 2015 è stato zona no-kill gestita dalla FIPSAS e disciplinata dalla "Determinazione dirigenziale della Provincia di Roma R.U. 7122 del 14/12/2012 e successiva integrazione".
A partire dal 30 maggio 2016 con Determinazione della Regione Lazio del 18/5/2016 il tratto è stato riaperto a tutti i pescatori sportivi muniti di regolare licenza di pesca, fermo restando la regolamentazione no kill della pesca riportata nell'allegato.
In particolare questo tratto di fiume è diviso in 3 zone:
1) zona ZRS-1 per pesca a mosca NO KILL compresa tra la palina di inizio Riserva a monte (foce del fosso Scarpa - Comune di Cineto Romano) sino alla centrale di rilascio di Mandela. Il torrente Licenza rientra nella ZRS1 per un tratto di 150 metri a monte della confluenza con l’Aniene.
2) zona ZRS-2 per  pesca NO KILL a tecnica libera con limitazioni (mosca – spinning – esche naturali) compresa  tra la centrale di rilascio di Mandela e la Diga di San Cosimato (a valle). Il torrente Fiumicino rientra nella ZRS2 per un tratto di 150 mt a monte della confluenza con l’Aniene.
3) zona ZRS-3 con divieto assoluto i pesca, costituita da un sottotratto della lunghezza di circa 200 metri, posizionato dalla diga di San Cosimato (a valle) al confine della zona ZRS 2 (a monte).

La pesca
In questo tratto l'Aniene ha caratteristiche diverse rispetto agli altri itinerari segnalati su questo fiume, ma più a monte.  Qui l'acqua è lenta, profonda e scura e non mancano  grosse trote.
 
In linea con quanto previsto dal regolamento si può praticare:
  • nelle zone ZRS1 e ZRS 2 la pesca a mosca con mulinello e coda di topo (mosca finta galleggiante o sommersa con amo privo di ardiglione o ardiglione schiacciato);
  • nella sola zona ZRS2 la pesca a spinning con esche metalliche, minnow o siliconi, con un solo amo o ancoretta singola di misura minima del n°8, comunque privi di ardiglione o con ardiglione reso innocuo mediante schiacciatura o limatura;
  • nella sola zona ZRS2 la pesca con esche naturali solo se si utilizzano esclusivamente camole o verme.
I pesci
Trota Fario


COMMENTI (2)
Se conosci il posto invia un commento sull'itinerario, integrando e aggiornando quanto riportato o raccontando le tue impressioni, le tecniche utilizzate, i pesci presi; puoi inoltre inviare una tua foto del posto e/o dei pesci pescati. Dopo essere stati letti e approvati, tutti i commenti saranno pubblicati , ad eccezione di quelli palesemente fuori tema o con insulti. 

INVIA UN COMMENTO                                         INVIA UNA FOTO


Antonio / Feb-2014
Ciao Luigi, anche io come te sono pensionato: ho fatto il permesso da 10 uscite con un costo totale di 65 Euro che diviso 10 fanno Euro 6,50 quota di molto inferiore ad una uscita di pesca in un triste laghetto. Il posto è molto bello ed i pesci non mancano; se voglio trattenere ho la possibilità di portarmi a casa un pesce di misura non inferiore di 45 cm che io e mia moglie ci si possa mangiare in due senza 10 chili di patate vicini, ma vedendo molti pescatori rispettosi che rilasciano ho desistito a portare via il pesce, è stata una grande soddisfazione il rilascio dopo la cattura e a cena ho mangiato tranquillamente lo stesso preferendo bastoncini Findus.
 
Luigi39 / Ago-2013
Sono un pensionato.  Per fare una pescata qui adesso devo pagare 15 Euro oltre a quanto già verso per la licenza. Così si è creato un circolo chiuso solo per chi ha possibilità economiche.  Complimenti!

 
  


Privacy Policy